Per acquistare il romanzo De Villeroi Templare clicca qui

Support independent publishing: Buy this book on Lulu.

lunedì 17 ottobre 2011

Spam poetico: Ovunque tu sia

I dodici versi di questo mio ultimo componimento ve li do,  cari miei ventiquattro lettori e mezzo che mi seguite, senza alcun commento.
A voi il compito di leggerli ed eventualmente commentarli e giudicarli.


Ovunque tu sia

Ovunque tu sia un poco m’appartieni
Per tutto l’amore che alfin t’ho donato,
Per tutti i momenti intensi e sicuri
Che abbiamo vissuto in amplessi sensuali.

Ovunque tu sia non c’è la lontananza
Perché io ti sento per sempre vicina
In una dimensione al di là del reale
Che annulla per incanto il tempo e lo spazio.

E sia questo amore forse un po’ rugginoso
Che va al di là del bene e del male
Mio eterno compagno nel divenir della vita
Che ancora si frappone alla mia eternità.

3 commenti:

  1. Grazie Olga. sei molto gentile.

    RispondiElimina
  2. scusami tanto henri, come si concilia il "cazzo furente" di qualche giorno fa coi "momenti intensi e sicuri che abbiamo vissuto in amplessi sensuali"? o ci prendi tutti per il culetto lasciandoci credere di patire a volte una fame regolarmente smentita da liriche successive, o ti diverti a creare un clima di quesiti contrastanti per non rivelare nulla di acquisito sulla tua vita privata. ma è quel continuo insistere sull'eternità che ti frega, perchè uno che aspira ad essa tradisce un'insoddisfazione malcelata sul misero andazzo quotidiano. angelo.

    RispondiElimina